OK We use cookies to enhance your visit to our site and to bring you advertisements that might interest you. Read our Privacy and Cookies policies to find out more.
OK We use cookies to enhance your visit to our site and to bring you advertisements that might interest you. Read our Privacy and Cookies policies to find out more.

News Italy

La cartella clinica è considerata "lo strumento informativo individuale finalizzato a rilevare tutte le informazioni anagrafiche e cliniche significative relative ad un paziente e ad un singolo episodio di ricovero. Ciascuna cartella clinica ospedaliera deve rappresentare l'intero episodio di ricovero del paziente nell'istituto di cura: essa, conseguentemente, coincide con la storia della degenza del paziente all'interno dell'ospedale." Il Fascicolo digitale è oggi destinato ad affiancare la cartella almeno fin quando non si saranno risolti i problemi di contraffazione elettronica.
0 Comments Sep 16, 2015 | News Italy

Sanità digitale: un microchip per avere sempre sotto controllo la propria salute

Post a comment by A. Genitori

L’Italia si conferma attenta alle nuove tecnologie. Da sempre le innovazioni hanno aiutato la medicina direttamente o indirettamente. Però, mai come in questo periodo, la rete sta rendendo sempre più digitale il rapporto medico/paziente. Grazie al “fascicolo digitale” la salute di ogni individuo potrà essere monitorata costantemente grazie ad un microchip ed un sistema on-line.

In un contesto di ottimizzazione dei costi sempre più radicato diventa fondamentale l’uso oculato e attento delle nuove tecnologie. Ed in quest’ottica è di fondamentale importanza la consapevolezza dello stato di salute dei cittadini, al fine di poter intervenire tempestivamente nella cura dei pazienti. Grazie al fascicolo sanitario elettronico in un unico chip si avrà l'insieme di dati e documenti digitali raccolti attraverso i controlli o i ricoveri presenti e passati. Il fascicolo avrà infatti come scopo principale quello di agevolare l'assistenza al paziente, favorendo al contempo l'integrazione delle diverse competenze professionali, comunicazione divenuta oggi essenziale per poter affrontare le nuove sfide della sanità e fornire una base informativa per migliorare tutte le attività assistenziali e di cura. Un cartellino con un chip raccoglierà tutti i dati sanitari e socio assistenziali e, collegato in rete, potrà essere letto per assistere meglio il malato o accertare i suoi bisogni.

"Questo sistema renderà più semplice per i cittadini l'esercizio del diritto alla salute" commenta il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin durante la stesura e la firma del nuovo quadro della Sanità Digitale. Grazie a queste innovazioni saranno sempre disponibili una serie di dati come il dossier dei farmaci usati, la propria dichiarazione di eventuale disponibilità a donare gli organi o i verbali del pronto soccorso. Nel rispetto delle normative per la protezione dei dati personali, il Fascicolo consentirà non solo al paziente di poter disporre facilmente di tutte le notizie sul suo stato di salute ma permetterà al medico di adottare in modo più sicuro e veloce i dati necessari per completare la diagnosi soprattutto in caso di pazienti con un quadro complesso. Una tecnologia che inoltre sarà di fondamentale importanza per poter agevolare la comunicazione dello stato di salute dei cittadini a livello europeo ed internazionale. Un sistema destinato oggi ad affiancare la centenaria “cartella clinica”, che continuerà ad esistere almeno fin quando non si riusciranno a risolvere i problemi di contraffazione elettronici.

Il Fascicolo favorirà inoltre l'incrocio dei dati e dei resoconti per garantire una maggiore trasparenza nel percorso di cura ed evitare inefficienze. Secondo i piani del SSN infatti il fascicolo contribuirà a migliorare la programmazione, il controllo e la valutazione del sistema sanitario nel suo complesso: "L'istituzione del Fascicolo Sanitario Elettronico rappresenta il presupposto necessario per poter giungere ad una sintesi delle diverse istanze esistenti e promuovere la condivisione di un modello di riferimento nazionale, che coinvolge tutti gli enti e le strutture del Servizio sanitario nazionale (sia i soggetti pubblici, sia i soggetti privati accreditati) e tutti gli assistiti del SSN" ha commentato il ministero della Salute. L'Iter procedurale verrà definito con l'acquisizione delle firme dei ministri concertanti, della Semplificazione e Pubblica Amministrazione Maria Anna Madia e dell'Economia e Finanza Pier Carlo Padoan.
 

Related Content
Post a comment Print  |  Send to a friend
0 Comments
Join the Discussion
All comments are subject to approval before appearing. Submit Comment